top of page
For new BSP clients.png

In questa sezione imparerai cos'è Brainspotting, come funziona e cosa aspettarti nella tua prima sessione.

Elaborare il trauma senza parole

In una sessione di Brainspotting, il tuo terapista utilizzerà un puntatore per trovare la posizione dell'occhio rilevante nel tuo campo visivo, chiamata brainspot. Questa posizione dell'occhio risuona con la tua attivazione nel corpo mentre richiami un ricordo traumatico.

Fissando il punto del cervello, raggiungerai uno stato naturale di consapevolezza focalizzata. L'elaborazione continuerà finché il trauma non sarà risolto e la macchia cerebrale non potrà più innescare l'attivazione.

L'attivazione inizialmente connessa ad un cervello diminuisce gradualmente e spesso si trasforma in un'esperienza positiva, che può diventare fonte di resilienza psicologica.

Questo processo porta non solo alla risoluzione del trauma, ma anche alla crescita e all’espansione post-traumatica.

Blinee guida per la sessione di Rainspotting

Cosa fare:

  • Consenti a te stesso di provare emozioni e varie sensazioni nel tuo corpo

  • Parla quanto vuoi, o poco quanto vuoi, durante la sessione

  • Abbi fiducia nel processo e consenti al tuo cervello per guarire se stesso 

  • Il silenzio va bene

Cosa non fare:

  • Prova a fare qualsiasi cosa

  • Prova ad analizzare il problema​

Il tuo terapista potrebbe chiederti le seguenti domande:

  •  "Dove sei adesso?" - si riferisce a dove potresti essere nei tuoi pensieri o a come ti senti.

  •  "Quali sono le sensazioni che provi nel tuo corpo?" Questo si riferisce a molte sensazioni e dolori che potresti provare, come un senso di oppressione al petto, tensione al collo, mal di stomaco, spasmi agli occhi o qualsiasi altra cosa tu possa provare.

  •  "Su una scala da 0 a 10, quanto ti senti attivato dal problema su cui ti stai concentrando o dalle emozioni che provi, dove 10 è il massimo e 0 niente."

bottom of page